L’ APPROCCIO INTEGRATO IN ORTOGERIATRIA: IL PROGETTO DI CURA

Nel mondo occidentale le fratture da fragilità (in particolare del femore) sono ormai uno dei più stringenti problemi sanitari. Com’è noto, si tratta in particolare di un problema della popolazione anziana (il 75% dei pazienti affetti è over 70), affetta da osteoporosi. È infatti proprio l’osteoporosi, insieme all’artrosi, la patologia muscoloscheletrica più diffusa nella terza età.

Il paziente anziano di oggi è molto diverso rispetto a quello di pochi anni fa: non sono pochi, soprattutto nel Nord Italia e a Milano, i pazienti over 70 che hanno necessità di un buono stato di salute scheletrica, che li renda in grado di affrontare i molti impegni (lavorativi, familiari e sociali) che ancora oggi riempiono le loro giornate. Non è ammissibile, oggi, che questi pazienti vadano incontro a disabilità, temporanea o permanente, a causa di una frattura da fragilità o ai dolori cronici e alle difficoltà motorie dovute all’artrosi: è per questo che è sempre maggiore la richiesta di visite ortopediche in pazienti anziani, soprattutto a Milano e provincia.

Il paziente anziano affetto da patologie muscoloscheletriche richiede però attenzioni diverse dall’adulto, a causa della maggior fragilità non solo dell’osso ma anche di altre funzioni: è pertanto essenziale che si rivolga a specialisti con particolare esperienza di malattie ortopediche nell’anziano, gli ortogeriatri. Lo specialista ortopedico esperto in ortogeriatria è l’unica figura in grado di effettuare un adeguato inquadramento clinico e strumentale, inteso come la presa in carico globale del paziente anziano, attraverso un approccio integrato, multidisciplinare e multiprofessionale.

Secondo i principi dell’ortogeriatria, infatti, alla diagnosi di patologia ortopedica o di frattura, deve seguire una valutazione multidimensionale volta a guidare l’intero processo terapeutico successivo.

Questo tipo di valutazione è in grado definire il potenziale di cura di ogni individuo, che possa guidare la scelta dell’eventuale intervento chirurgico e la pianificazione del successivo percorso riabilitativo in modo altamente personalizzato, con l’obiettivo di reinserire il paziente, anche dal punto di vista sociale, nello status precedente. Si passa, pertanto, dall’approccio tradizionale ad un nuovo approccio integrato “multidisciplinare” (ovvero con valutazione ortopedica, geriatrica, osteoporosi, fisiatrica, anestesiologica, ecc…), coordinato dall’ortogeriatra: il risultato è un vero e proprio progetto di cura che non si fermi unicamente all’intervento chirurgico o al trattamento strettamente ortopedico.

Presso Columbus Clinic Center è attivo il servizio di ortogeriatria, con la possibilità di sottoporsi a valutazione multidisciplinare ortogeriatrica e con predisposizione del progetto di cura individuale, per la cura delle patologie ortopediche (osteoporosi, artrosi, fratture da fragilità) in pazienti in età avanzata con necessità di mantenere uno stile di vita attivo.