COLUMBUS HEAD&NECK CENTER

 

VISITA SPECIALISTICA DI OTORINOLARINGOIATRIA

E’ una visita medica specialistica che valuta il distretto testa-collo e gli organi viscerali in esso contenuti. L’otorinolaringoiatra valuta  quattro funzioni sensoriali importanti: udito, equilibrio, olfatto e gusto. La visita, generalmente, comprende una rinoscopia anteriore,  un’otoscopia, un’ orofaringoscopia, la laringoscopia indiretta ed un’ispezione del collo. L’otorinolaringoiatra si rivolge a pazienti di tutte le età; anche i bambini sono spesso coinvolti in malattie del distretto testa-collo.

 

ESAMI DIAGNOSTICI

  • Endoscopia nasale: l’esame si può effettuare con una piccola ottica rigida o flessibile (di 2,4-2,7 mm di diametro) collegata ad una telecamera ad alta definizione e consente di ispezionare con estrema precisione la parte interna delle fosse nasali e del rinofaringe.
  • Permette di accertare la presenza di deviazioni del setto, anomalie dei turbinati, sinusiti acute e croniche, poliposi nasali, ipertrofia delle vegetazioni adenoidee, anomalie della tuba di Eustachio e neoformazioni delle fosse nasali e del rinofaringe.
  • Videolaringofibroscopia: è un esame che permette di visualizzare le alte vie aeree grazie all’utilizzo di un fibroscopio flessibile collegato ad una telecamera ad alta definizione che, dopo essere stato introdotto in una narice, raggiunge il rinofaringe (la parte più posteriore del naso) fino ad arrivare a visualizzare il laringe con tutte le sue componenti. Permette di ispezionare le alte vie aeree sia per quanto attiene alla componente morfologica che a quella funzionale (es. motilità delle corde vocali).
  • Laringo-Stroboscopia: si effettua grazie ad un laringoscopio collegato ad una fonte luce di tipo stroboscopica. Permette, grazie ad un artificio tecnico, di visualizzare al rallentatore la motilità delle corde vocali e facilitare l’individuazione delle patologie che determinano una disfonia (disturbo della voce).
  • Otomicroscopia e otoendoscopia diagnostica: attraverso l’uso del microscopio o di sottili ottiche rigide è possibile ispezionare a forte ingrandimento la membrana timpanica ed il condotto uditivo esterno permettendo di rilevare perforazioni timpaniche, timpanosclerosi, colesteatomi, o altre anomalie auricolari.
  • Esame audiometrico – esame audiometrico vocale: valuta la soglia uditiva del paziente e la capacità di comprensione vocale.
  • Esame impedenzometrico: valuta, in modo diretto o indiretto, le condizioni del timpano, la funzionalità della tuba di Eustachio, e l’integrità della catena degli ossicini (martello, incudine e staffa).

SERVIZIO DI ASSISTENZA PROTESICA PER IPOACUSICI

Il paziente che accede in Clinica per problemi uditivi può trovare una soluzione riabilitativa ottimale. E’ infatti presente in sede un audioprotesista di alta qualificazione che può garantire un’assistenza completa, che va dalla selezione, applicazione e adattamento delle protesi acustiche digitali, alla consulenza per difficoltà di regolazione, alla manutenzione di qualunque tipo.

 

SERVIZIO DI RINOALLERGOLOGIA

CENTRO DEL NASO

Grazie ad innovative tecniche diagnostiche (citologia nasale, prick tests e rinomanometria anteriore attiva), il Centro permette di studiare in modo approfondito tutti i quadri di rinopatia (allergica e non allergica) e di impostare una terapia specifica per ogni quadro.

  • Citologia nasale: è un esame che permette di studiare la componente cellulare nasale e porre una diagnosi specifica dei principali quadri di rinite allergica e non allergica. Si effettua uno striscio sulla parte più esterna della fossa nasale (turbinato inferiore) con un prelievo di cellule di sfaldamento che vengono poi colorate e studiate al microscopio ottico ad alto ingrandimento. E’ un esame non invasivo, non doloroso ed effettuabile su ogni tipo di paziente, anche pediatrico.
  • Rinomanometria anteriore attiva: permette lo studio della funzionalità nasale andando a valutare con parametri oggettivi il flusso aereo e le resistenze nasali. E’ un esame non invasivo e non doloroso e si effettua facendo respirare il paziente all’interno di una maschera collegata al rinomanomentro. L’esame viene eseguito in condizioni basali e dopo decongestione nasale permettendo di differenziare la componente ostruttiva anatomica da quella flogistica. E’ utile nella diagnosi preoperatoria di tutti quei pazienti che si apprestano ad effettuare interventi nasali (chirurgia endoscopica, settoplastica, rinoplastica…) e nella valutazione postoperatoria.
  • Prick tests: sono tests allergologici cutanei per allergeni inalanti che permettono la diagnosi delle più comuni riniti allergiche

AMBULATORIO DELLE APNEE E DEL RUSSAMENTO (OSAS)

CENTRO DEL SONNO

Il russamento notturno è una condizione oggetto, negli ultimi anni, di attenzione sempre crescente da parte dei medici e dei media. Oltre alla componente “estetica” del russamento semplice, si può associare una condizione ben più problematica per la salute dell’individuo, ossia le apnee del sonno. La presenza di un numero elevato di apnee può determinare condizioni patologiche anche rilevanti quali sonnolenza diurna importante, ipertensione arteriosa e ipertensione polmonare.

La visita specialistica comprende:

  • Ispezione del cavo orale e rinoscopia anteriore: permette di evidenziare la pervietà di queste strutture anatomiche e di eventuali cause di ostruzione (ipertrofia tonsillare, allungamento del palato molle e dell’ugola, ipertrofia dei turbinati inferiori, deviazione settale…)
  • Fibrolaringoscopia con manovra di Muller: grazie a un endoscopio flessibile si esplorano le alte vie aeree (fosse nasali, rinofaringe, faringe, ipofaringe, laringe) ricercando possibili cause determinanti un’ostruzione delle stesse. Grazie alla manovra di Muller (inspirazione forzata a bocca e naso chiusi) è possibile valutare in maniera dinamica il grado di ipotonicità della muscolatura faringea e linguale, andando in parte a riprodurre ciò che avviene durante l’episodio apnoico.

L’esito delle valutazioni ambulatoriali può consigliare l’esecuzione di un esame più approfondito del sonno, detto sleep endoscopy, che va a indurre un sonno artificiale e a simulare in modo completo le situazioni che si creano nel sonno spontaneo. Tale esame diagnostico, di secondo livello, si esegue in Sala Operatoria.

AMBULATORIO DI CHIRURGIA ESTETICO FUNZIONALE

Allo specialista otorinolaringoiatra viene spesso richiesto di correggere, oltre a anomalie anatomiche, anche deformità estetiche della piramide nasale. In questo caso viene proposto al richiedente un progetto ricostruttivo che dà un’idea, partendo dalle fotografie del paziente, di cosa la chirurgia possa realizzare. Un’altra sede del nostro distretto interessata da malformazioni sono le orecchie, la più frequente delle quali sono le orecchie ad “ansa”, comunemente dette a “sventola. Attraverso un’ attenta visita ed eventuali approfondimenti diagnostici e ricostruzioni digitalizzate, oggi siamo in grado di affrontare queste problematiche, nel rispetto della ”fisiologia”, e senza stravolgere i lineamenti naturali.

AMBULATORIO MULTIDISCIPLINARE DI DIAGNOSTICA DELLA PATOLOGIA ORALE E DELLE ALTE VIE AREO-DIGESTIVE

L’ambulatorio si avvale di una speciale e innovativa attrezzatura endoscopica basata sulla possibilità di utilizzare colorazioni specifiche per la mucosa (Sistema NBI) che consente una valutazione a sensibilità significativamente maggiore delle lesioni precancerose o francamente neoplastiche. La presenza di un team multidisciplinare consente di associare competenze differenti per ottenere il miglior approccio diagnostico e terapeutico.

SERVIZIO DI CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE

Il servizio di chirurgia maxillo-facciale garantisce prestazioni a cavallo fra la classica otorinolaringoiatria, la chirurgia maxillo-facciale e l’odontoiatria. Sfrutta infatti la multidisciplinarietà e le competenze multiple del personale dedicato a questo Servizio. Le patologie più tipicamente affrontate sono le malformazioni facciali e della masticazione, le indicazioni alla chirurgia orale, la traumatologia facciale, le sinusiti odontogene.