×

ALLUCE VALGO

ALLUCE VALGO, COS’È E COME SI CURA?

Dott.ssa Myriam Cecchi  – Medico chirurgo specializzata in chirurgia del piede – Columbus Clinic Center

Cos’è l’alluce valgo

L’alluce valgo è una deformità dell’avampiede molto comune che colpisce prevalentemente le donne. Consiste nella deviazione progressiva dell’alluce verso l’esterno con parallela comparsa di una sporgenza sul lato interno comunemente chiamata cipolla che provoca attrito e sfregamento con la calzatura e quindi infiammazione e arrossamento. L’infiammazione (borsite) è dolorosa e invalidante fino ad arrivare all’ulcerazione della cute e dei tessuti molli, provocando infezioni e, nei casi più avanzati, esposizione dell’osso sottostante. L’utilizzo di calzature, all’inizio difficile, può divenire impossibile. Inoltre la deformità provocata dall’alluce valgo provoca una spinta laterale sulle dita che deviano verso l’esterno, con conseguente deformità di tutto l’avampiede: dita a martello, metatarsalgia con callosità plantari, retrazioni articolari con rigidità e anche artrosi secondarie.

 

Quali sono le cause dell’alluce valgo

I fattori che causano l’alluce valgo sono numerosi:

– predisposizione genetica

– piede valgo (quando l’intero piede è deviato verso l’esterno)

– alterazioni strutturali del piede

– patologie degenerative collegate ad altre deformità dell’avampiede

– patologie autoimmuni collegate ad altre deformità dell’avampiede

– traumi fratturativi o schiacciamento del piede

 

Quali sono le conseguenze dell’alluce valgo

Oltre all’arrossamento e al dolore intenso, l’alluce valgo può provocare infiammazioni e ulcerazioni, ovvero lesioni più o meno profonde ai tessuti. Inoltre, l’alluce valgo può portare a rigidità dell’articolazione (artrosi secondaria) e alla formazione di osteofiti, cioè dolorose sporgenze ossee che ingrossano e limitano il movimento dell’articolazione. Con l’alluce valgo, anche camminare e indossare calzature di qualsiasi tipo diventa estremamente doloroso.

 

Come si cura l’alluce valgo

Grazie alle tecniche più innovative come la chirurgia percutanea, l’alluce valgo può essere curato in maniera rapida e praticamente senza dolore. La chirurgia percutanea (PBS) è un intervento mini-invasivo che non lascia cicatrici, non ricorre all’inserimento di viti o chiodi nell’articolazione e permette di recuperare la mobilità del piede in tempi brevissimi, persino entro il giorno stesso dell’operazione.

 

Curiosità

Contrariamente a quanto si pensa, l’alluce valgo non ha nessuna relazione con le scarpe col tacco o a punta. Che si tratti di sneakers, ballerine, tacchi a spillo o sandali, se la donna è predisposta all’insorgenza dell’alluce valgo, la scelta della calzatura può solamente influire sulla comparsa di infiammazioni e arrossamenti, ma non è la causa.